Dimmi come abbracci e ti dirò cosa senti

L’abbraccio è definito come un comportamento sociale non verbale ed è comunemente usato per esprimere affetto e amore, ma ci si abbraccia anche in situazioni sociali che comportano emozioni negative (preoccupazione, tristezza, agitazione) o in situazioni neutrali/formali.

L’abbraccio è con noi fin dalla nascita, pensiamo ad una mamma che abbraccia il suo bambino, e ci accompagnerà per tutta la vita in diverse situazioni interpersonali.

Attualmente la neurofisiologia dell’abbraccio è ancora poco conosciuta. Una recente ricerca tedesca della Ruhr-Universität Bochum, pubblicata sulla rivista Psychological Research, ha evidenziato una tendenza ad abbracciare verso destra: è stato analizzato un campione di circa 2500 adulti, l’osservazione è stata effettuata in un aeroporto tedesco, 1000 soggetti alle partenze e 1000 agli arrivi, ipotizzando che nella situazione partenza ed arrivo si sperimentassero emozioni differenti, tristezza nell’andare via, gioia nel tornare. Per la situazione “abbraccio neutrale” invece hanno usato YouTube dove sono stati visionati più di 500 video di attori che abbracciavano sconosciuti. Inoltre a 120 persone è stato chiesto di abbracciare un manichino. Leggi tutto “Dimmi come abbracci e ti dirò cosa senti”

La Rabbia

La Rabbia (ira, collera) è un’emozione, non è ne negativa, ne patologica in se per se, ma lo possono essere i modi in cui si manifesta, ad esempio quando viene espressa con l’intento di creare danno a se stessi o a terze persone. La rabbia invece a risoluzione dei problemi potrebbe essere una rabbia sana, funzionale.

Solitamente si percepisce questo genere di emozione quando ciò che si era pianificato incontra degli ostacoli, da qui scatta la frustrazione per non aver potuto raggiungere l’obiettivo. Leggi tutto “La Rabbia”